Pages Navigation Menu

Crescent 2 “La Vendetta”: monumento alle larghe intese, pietra tombale sui cittadini elettori

Ieri in Consiglio Comunale si è celebrata una pagina vergognosa per la democrazia.

L’arrogante speculazione edilizia del Crescent 2 ha ricevuto una larga benedizione.

Cambio di destinazione d’uso ed enorme lucro per il costruttore, nessuna riduzione di volumi e oneri di urbanizzazione assolutamente gonfiati per giustificare l’opera: il contrario di quel che si dovrebbe fare.

Ossia, la quota di edilizia convenzionata prevista trasformata in alloggi da reperire altrove, ma ancora da decidere e da discutere, una cifra iperbolica oltre il milione per trasformare l’ostello del Priamar in una sorta di struttura avulsa dal complesso con opere aggiuntive posticce, del verde e alberi, che avrebbero dovuto essere inseriti in zona molto prima, ma che ora cancelleranno un
utilissimo parcheggio per i savonesi e una fonte di guadagno per Comune e Ata.

A vantaggio di chi?

Ma del costruttore stesso, proprietario del park dell’Arsenale costoso sempre semivuoto, al quale ora ci si rivolgerebbe con il cappello in mano per scontare le tariffe.

La resa completa e senza condizioni alle pretese speculative è compiuta, senza neppure curarsi di nasconderla troppo. Abbiamo persino emendamenti bipartisan tesi a inserire garanzie sulla realizzazione immediata degli oneri, o a mitigare gli effetti deleteri di alcune scelte, come a testimoniare che, in realtà, di certo c’è solo lo spadroneggiare del costruttore sulla città tutta e l’impossibilità materiale di impedirla, con una amministrazione comunale che di fatto abdica a ogni diritto, si comporta da suddita totale e cerca solo di limitare i danni. E nell’interpretare lo spirito machiavellico del “fine che giustifica i mezzi” come indirizzo politico, si auto assolve da ogni responsabilità per una cementificazione volgare sulla città.

La conferma viene dal voto: in maggioranza a favore la lista del Sindaco, specchio per le allodole a suo tempo per rastrellare qualche voto in più travestiti da lista civica, e i tanti altri cespugli ormai di fatto in orbita PD o direttamente passati al PD, come gli ex IDV. A favore il PD, i cui consiglieri compatti ormai si limitano a guardare il capogruppo per sapere come votare. Contrario Aschiero di Api-Udc, che si è persino rivolto al Sindaco con una supplica che sapeva già inascoltata, e le sinistre di SEL e Rifondazione, una debole contrarietà: d’altro canto da oggi non sono più indispensabili e lo sanno.

Perché la superflua stampella della minoranza è stata maggiore del previsto e plebiscitaria.

Assente Benvenuto e allontanatasi prima del voto Romagnoli di Forza Italia, gli altri mille rivoli in cui si è disperso il centro destra dopo la fine del berlusconismo ( non di Berlusconi, che prospera con Renzi), hanno votato a favore del progetto senza alcun dubbio o esitazione.

A difendere i diritti dei cittadini contrari allo scempio siamo rimasti solo noi del M5*, Pongiglione di Noi per Savona Verdi e Arecco della Lega.

E’ definitivamente suggellato che non potremo mettere mai in difficoltà la maggioranza, mai lottare costruttivamente, fra assenze strategiche e passaggi nell’orbita delle grandi intese. L’opposizione, di fatto, non è mai esistita, a partire da quel Marson che, dopo aver contributo utilmente alla lista avversa a Berruti, facendo da spauracchio delle “destre” e sottraendo voti ad altre forze, per una vittoria in realtà mai messa in discussione, si è disinteressato subito delle attività consiliari, senza neppure dimettersi e lasciar posto a un altro, in virtù del rispetto che dovrebbe ai cittadini.

E’ questo ciò che volete, cittadini del centro destra? Un ’unica ammucchiata senza più alcuna distinzione di idee e programmi? E’ questo che vi soddisfa, cittadini del centro sinistra che pure in tanti non amate il cemento? E’ questo che chiedete, cittadini di una sinistra ormai sempre più debole e messa all’angolo, persa ogni vocazione combattiva?

Questo avrete, questo avremo: la differenza che intercorre tra ciò che si crede di votare nella scheda elettorale in urna e ciò che viene fatto nella realtà.

Pensateci, pensiamoci tutti.

Non ci sono commenti

Trackbacks/Pingbacks

  1. Crescent 2 “La Vendetta”: monumento alle larghe intese, pietra tombale sui cittadini elettori | Ultime Notizie Movimento Cinque Stelle M5S News - […] FONTE: : http://savona5stelle.it/2014/11/crescent-2-la-vendetta-monumento-alle-larghe-intese-pietra-tomba… […]

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *